15.03.2024

Riccardo Muti apre le Celebrazioni del 250° Anniversario della nascita di Gaspare Spontini

Apre le celebrazioni italiane ed europee per i 250 anni dalla nascita di Gaspare Spontini nella sua terra natia Riccardo Muti, fine conoscitore da sempre dell’opera del Maestro marchigiano e profondo estimatore del suo lascito sociale, tanto da essere benefattore delle Opere Pie Spontini e Cittadino Onorario di Maiolati Spontini, paese natale del compositore. Doppio sarà il concerto inaugurale: a Jesi alle ore 21 presso il teatro Pergolesi sabato 16 marzo (ultimi 100 posti di loggione e diretta streaming al teatro di Maiolati Spontini) e ad Ascoli Piceno al Teatro Ventidio Basso domenica 17 marzo. Nella stessa giornata, in mattinata, il Maestro Muti sarà in visita alla tomba di Spontini nella città natale del compositore, Maiolati.

Inaugura il raffinato programma delle celebrazioni spontiniane il doppio concerto del Maestro Riccardo Muti con la sua Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini” il 16 marzo al Teatro Pergolesi di Jesi e il 17 marzo al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, mostrando subito la volontà di coinvolgere tutta la regione Marche nelle attività spontiniane del 2024 con un percorso capillare che giungerà poi a Milano ad aprile, quindi a Parigi, seguendo le orme del compositore che non solo diede un contributo essenziale al gusto e allo spirito europeo, ma seppe anche incarnare l’uomo nuovo dell’illuminismo, che mette il proprio talento e le proprie risorse tutte a servizio della comunità.

Sul palco tre giovani e affermate cantanti internazionali, perfette per aprire le celebrazioni volute dalla Fondazione Pergolesi Spontini che tradizionalmente riserva grande attenzione ai giovani talenti: il soprano Damiana Mizzi e il contralto Margherita Maria Sala per lo “Stabat Mater” di Pergolesi, e il soprano Lidia Fridman che affronta in questa occasione le due arie di Spontini, repertorio a lei assai congeniale.

Nell’impaginato voluto da Muti per questa speciale occasione, l’ultima composizione di Pergolesi, lo Stabat Mater, conduce simmetricamente alla celebre aria “No, Re del Cielo” tratta dall’ultima opera di Spontini, l’Agnese di Hohenstaufen, composta per il matrimonio di Carlo di Prussia e presentata poi a Berlino dopo l’esecuzione di corte. Segue un’aria e l’overture da La Vestale, la più celebre opera di Spontini, dedicata all’Imperatrice Giuseppina e presentata a Parigi nel 1807, ma anche lavoro che ha legato il Maestro Muti alla Renaissance del grande musicista marchigiano con il celebre allestimento scaligero nei primi anni ’90. Il doppio concerto inaugurale è organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con il Città di Maiolati Spontini, con il contributo del Comune di Ascoli Piceno e con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Marche e di BPER Banca, main sponsor.

Al Teatro Pergolesi i BIGLIETTI di PLATEA e PALCHI SONO ESAURITI. Sabato 16 marzo, SOLO presso la Biglietteria del Teatro Pergolesi, saranno in vendita 100 BIGLIETTI DI LOGGIONE: 50 biglietti alle 9.30 e 50 biglietti alle 17.

Il concerto sarà trasmesso in diretta streaming al Teatro G. Spontini di Maiolati Spontini per gentile concessione di Riccardo Muti Music. L’Ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti disponibili senza assegnazione del posto, con prenotazione obbligatoria del posto telefonando al numero 0731 70751.

Domenica 17 marzo (ore 21) il concerto sarà replicato al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, in questo caso i BIGLIETTI sono ESAURITI IN OGNI SETTORE.

Nella mattinata della domenica, dalle ore 10,30, Riccardo Muti raggiungerà la comunità di Maiolati Spontini, il paese che ha dato i natali e dove ha concluso i suoi giorni il grande compositore marchigiano, di cui il direttore d’orchestra è un grande estimatore. La visita si concluderà con la deposizione di un mazzo di fiori sulla tomba di Gaspare Spontini, nella chiesa di San Giovanni, da parte del M° Muti che dal 1995 è cittadinanza onorario della cittadina marchigiana.

Gaspare Spontini (1774-1851)

Gaspare Spontini è nato a Majolati, quando era castello della città di Jesi (Ancona). Grazie al suo talento, ha vissuto nel fasto delle corti di Parigi e di Berlino, ed ha attraversato l’Europa lasciandovi tracce indelebili della sua musica e della sua umanità. 

Nel suo viaggiare e vivere in Europa, Spontini ha sempre conservato con tenacia un legame ed un affetto particolare verso il suo paese natale, alla cui comunità ha donato tutti i suoi beni. Maiolati Spontini custodisce preziose testimonianze storiche, architettoniche e artistiche, ed i frutti della sua generosità. Ma Spontini ha donato tracce molto più profonde al nostro tempo e alla storia dell’Europa; ha lasciato una ricca eredità umana e culturale, con la sua vasta produzione musicale: operistica, sacra e da camera, con la sua visione solidale della vita, con il suo impegno per contrastare la fragilità sociale e la povertà. 

La sua musica, nei tre periodi della sua vita (italiano, francese e tedesco) è una tempesta di libertà che sembra far crollare il vecchio mondo e dischiudere le forze vitali del nuovo, quasi un’ebbrezza di fraternità che esplode in ampiezza e potenza, che legge, interpreta e dona sonorità allo spirito del suo tempo. 

Una musica dei popoli e delle età della vita: l’Italia in una perpetua giovinezza, la Francia in una spiritualità profonda e solenne, e la Germania in un misticismo cosmico. Ecco la musica del sogno di fraternità e di pace dei popoli, che Spontini ha conosciuto e con i quali ha camminato per tutta la sua vita, offrendo aiuto, bellezza e sapienza.Gaspare Spontini appartiene al mondo della solidarietà e della cultura. La sua opera musicale e sociale ha contribuito a costruire i valori e le aspirazioni che hanno dato vita all’Europa.

Il programma delle Celebrazioni Spontiniane

Il programma delle celebrazioni proseguirà nel corso dell’anno con due nuove produzioni operistiche, che sempre più metteranno l’accento sulle maestranze d’altissima eccellenza artigianale che rendono la Fondazione Pergolesi Spontini un unicum di indubbio prestigio internazionale fra i centri produttivi europei, paragonabile solo a teatri dalla tradizione, ampiezza territoriale e ricchezza di magnitudo ben maggiore: a ottobre la tragédie-lyrique LA VESTALE e a novembre la prima esecuzione assoluta in tempi moderni del melodramma buffo I QUADRI PARLANTI. Entrambi i cast vedranno un’equilibrata armonia tra giovani talenti già in solida carriera ed artisti di maggiore esperienza al fine di sottolineare la costante fucina di nuove e fresche leve artistiche, che è una delle cifre stilistiche e filosofiche della Fondazione Pergolesi Spontini sin dalla sua nascita.

Gli appuntamenti principali verranno costantemente affiancati da attività didattiche e divulgative dedicate a tutta la cittadinanza, a partire dai più giovani, fra cui a luglio gli “SPONTINI DAYS”, giornate che ricalcano lo spirito spontiniano più autentico, e a settembre IL CONCERTO SPIRITUALE, nel quale Leonora Armellini donerà la sua musica al Centro Clinico NeMO di Ancona, attivo da giugno 2022 presso l’A.O.U. delle Marche ad Ancona e dedicato alla cura e alla ricerca per i bambini e gli adulti con patologie neuromuscolari e neurodegenerative.

Arricchiscono ulteriormente il cartellone simposi e convegni scientifici di caratura internazionale, tra cui spicca, a degna chiusura delle celebrazioni, la presentazione della revisione musicologica dell’opera magica ALCIDOR, prevista a dicembre a Parigi.

IL PROGRAMMA

OPERE E CONCERTI

Inaugurazione
sabato 16 marzo 2024, ore 21
JESI, TEATRO PERGOLESI

domenica 17 marzo 2024, ore 21
ASCOLI PICENO, TEATRO VENTIDIO BASSO
CONCERTO INAUGURALE: SPONTINI 2024
musiche di Gaspare Spontini e Giovanni Battista Pergolesi
Caterina Sala, soprano
Margherita Maria Sala, contralto
Lidia Fridman, soprano
direttoreRiccardo Muti
Orchestra Giovanile “Luigi Cherubini”

Progetto educativo per le scuole Primarie e Secondarie di I grado
giovedì 2 maggio 2024, ore 9.30 e ore 11
venerdì 3 maggio 2024, ore 9.30 e ore 11
MAIOLATI SPONTINI, TEATRO G. SPONTINI

C’ERA UNA VOLTA… GIULIA, LA VESTALE
rielaborazione musicale di Gianluca Piombo da “La Vestale” di G. Spontini 
nuova drammaturgia Lorenzo Giossi 

Personaggi e interpreti 
GiuliaSabrina Sanza 
LicinioDavide Zaccherini 
Cinna/Sommo SacerdoteAlexander Ilvakhin 
Un esploratore (narratore), Lorenzo Giossi 

direttore Gianluca Piombo 
regia, scene e costumi Lorenzo Giossi 
Time Machine Ensemble 

NUOVA PRODUZIONE
in coproduzione con Festival della Valle d’Itria

“Spontini Days” – XXIV Festival Pergolesi Spontini

domenica 21 luglio 2024, ore 21
MAIOLATI SPONTINI, GIARDINO MUSEO GASPARE SPONTINI 

RETHINKING FERNAND CORTEZ
pianoforte, da definire
Celebri arie del capolavoro di Spontini Fernand Cortez e nuove composizioni affidate a giovani compositori del Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro.

“Spontini Days” – XXIV Festival Pergolesi Spontini

lunedì 22 luglio 2024, ore 17.30
MAIOLATI SPONTINI, CENTRO STORICO

IL GIOVANE SPONTINICACCIA AL TESORO MUSICALE

ideazione Pietro Piva

Questa caccia al tesoro musicale è dedicata ai bambini e alle bambine dai 6 ai 12 anni: Il percorso si snoda tra le vie e le piazze del capoluogo, in un’avventura alla scoperta della vita e delle opere del musicista, tra mappe, indizi, enigmi e musica dal vivo.

XXIV Festival Pergolesi Spontini

sabato 14 settembre 2024, ore 15
ANCONA, CENTRO CLINICO NeMO  

CONCERTO SPIRITUALE
pianoforteLeonora Armellini
in collaborazione con FONDAZIONE SERENA ONLUS  

Ancora in vita, Spontini aveva l’abitudine di organizzare ogni anno un “concerto spirituale”, destinando l’incasso “per una cassa di soccorso in pro’ de’ membri del teatro poveri”. Un’intuizione forte e geniale, la sua, che ebbe conseguenze concrete a favore dei poveri del suo tempo. La musica ha un’importante funzione sociale e va portata nei luoghi dove c’è sofferenza e urgenza di bellezza e quest’anno va incontro agli ospiti del Centro Clinico NeMO, della Fondazione Serena Onlus, attivo da giugno 2022 presso l’A.O.U. delle Marche ad Ancona e dedicato alla cura e alla ricerca per i bambini e gli adulti con patologie neuromuscolari e neurodegenerative. 

57^ Stagione Lirica di Tradizione

mercoledì 16 ottobre 2024, ore 16 – anteprima giovani*
venerdì 18 ottobre 2024, ore 20.30
domenica 20 ottobre 2024, ore 16**

JESI, TEATRO PERGOLESI

LA VESTALE
Tragédie-lyrique in tre atti
Libretto in lingua francese di Victor-Joseph-Étienne de Jouy
musica di Gaspare Spontini

Edizione RICORDI
Personaggi e interpreti principali
Giulia Carmela Remigio
Licinio Bruno Taddia
Cinna Antonio Poli
Gran Vestale Daniela Pini
Gran Pontefice Adriano Gramigni
direttore Alessandro Benigni
regia, scene e costumi Gianluca Falaschi
coreografie Luca Silvestrini

Orchestra La Corelli
Coro del Teatro Municipale di Piacenza
Gruppo Danza Oggi

NUOVA PRODUZIONE

in co-produzione con Fondazione Ravenna Manifestazioni, Fondazione Teatri di Piacenza, Fondazione Teatro Verdi di Pisa

57^ Stagione Lirica di Tradizione

mercoledì 20 novembre 2024, ore 16 – anteprima giovani*
venerdì 22 novembre 2024, ore 20.30
domenica 24 novembre 2024, ore 16**

JESI, TEATRO PERGOLESI
I QUADRI PARLANTI

Melodramma buffo in due atti
Libretto di Gaetano Bongiardino
musica di Gaspare Spontini
revisione critica a cura di Federico Agostinelli
Edizioni Fondazione Pergolesi Spontini
con il contributo del Centro Studi per la Musica Fiamminga di Anversa
direttore Giulio Prandi
regia Gianni Marras

scene e costumi a cura dei vincitori della IV edizione del Concorso dedicato a Josef Svoboda “Progettazione di Allestimento scene e costumi di Teatro Musicale” riservato a iscritti al Biennio di Specializzazione in Scenografia delle Accademie di Belle Arti di Macerata, Bologna, Venezia, Carrara, Bari e Brera.

Time Machine Ensemble

NUOVA PRODUZIONE
PRIMA ESECUZIONE ASSOLUTA IN TEMPI MODERNI

I quadri parlanti è uno dei quattro manoscritti autografi ritrovati nel 2016 nella Biblioteca del Castello d’Ursel in Hingene (Belgio) la cui valorizzazione è affidata al Centro Studi per la Musica Fiamminga del Conservatorio Reale di Anversa in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini. L’opera, in due atti, scritta nel 1800 a Palermo, risulta essere completa. Appartiene a quell’insieme di opere giovanili che l’autore ha scritto seguendo lo stile napoletano su cui si era formato e che aveva fatto grande la scuola dell’opera italiana in tutto il mondo. Sono opere che dimostrano già la maestria nella scrittura del giovane Spontini e che, seppur non abbiano in sé i tratti del’innovazione linguistica che Spontini porterà nel suo periodo francese, hanno un altissimo valore storico/estetico.

I manoscritti ritrovati in Belgio sono di tre opere del periodo italiano e di una cantata: il melodramma buffo I quadri parlanti (Palermo 1800), il dramma giocoso Il Geloso e l’audace (Palermo 1801), la farsa giocosa Le metamorfosi di Pasquale Ossia Farsa (Roma 1802) e la cantata encomiastica L’Eccelsa gara…per il ritorno trionfale del Gran Napoleone (Parigi 1806) su testo di Luigi Balocchi, composta per celebrare la vittoria di Napoleone ad Austerlitz.

* spettacolo riservato alle Scuole secondarie di II grado partecipanti al progetto “Musicadentro” 2024

** opera accessibile a persone con disabilità visiva e uditiva.

INCONTRI E CONVEGNI
Tanti sono gli aspetti della vita di Spontini che vanno approfonditi e indagati. Spontini è autore che rappresenta e racconta un’epoca. È autore internazionale, europeo, che vive appieno tutte le sfide, culturali e politiche, del suo tempo. Ma è uomo dalla profonda sensibilità umana.

Con il supporto del Comitato Operativo Spontiniano, e in collaborazione con Enti ed Istituzioni Culturali Nazionali ed Internazionali, saranno organizzate attività convegnistiche di cui daremo maggiori dettagli nelle prossime settimane.

9 APRILE 2024, ORE 18
MILANO, MUSEO TEATRALE ALLA SCALA  
Presentazione – concerto 
GASPARE SPONTINI 
250° anniversario della nascita (1774-2024) 
Francesco Libetta, pianoforte

MAGGIO 2024
JESI, TEATRO PERGOLESI
SPONTINI/NAPOLEONE

OTTOBRE 2024
MAIOLATI SPONTINI, BIBLIOTECA LA FORNACE
CONVEGNO MUSICOLOGICO INTERNAZIONALE

SPONTINI RITROVATO
Ancora molte sono le opere di Gaspare Spontini da scoprire e da riportare alla luce.
Opere giovanili, come i manoscritti ritrovati nella Biblioteca del Castello d’Ursel in Hingene (Belgio), e opere della maturità, come Alcidor, eseguita a Berlino nel 1825, di cui possediamo il manoscritto, e che non ha mai visto esecuzione in tempi moderni.

DICEMBRE 2024
sede in corso di definizione

ALCIDOR
Zauberoper in tre atti
Presentazione della revisione musicologica a cura di Marco Attura, Cristian Carrara e Gianluca Piombo

L’opera Alcidor, Zauberoper in tre atti di Marie-Emmanuel-Guillaume Théaulon de Lambert e Charles Nuteley, appartiene ad uno dei periodi creativi più intensi di Gaspare Spontini, quello berlinese, quando – tra il 1820 e 1840 – fu Generalmusikdirektor alla corte del re di Prussia Federico Guglielmo III. Scritta originariamente in francese ed eseguita per la prima volta in tedesco, a Berlino, nel 1825, si tratta di una zauberoper “opera magica” di soggetto fantastico che vede trionfare l’amore tra Alcidor e Selaide nonostante re, maghi e regine, gnomi, spade magiche, incantesimi e maledizioni. Il manoscritto è attualmente conservato a Berlino. Si tratta di un’opera monumentale, dalle enormi dimensioni orchestrali e vocali, la cui attività di revisione si presenta come un lavoro veramente improbo, ma dalla grandissima valenza musicologica. Alcidor è l’opera che ha affascinato Wagner e che fornisce innovazioni nel campo del teatro musicale che segneranno l’inizio di una nuova epoca.

Nel 2022, la Fondazione Pergolesi Spontini ne ha avviato la revisione musicologica, che permetterà di disporre della partitura integrale, delle parti orchestrali collegate e dello spartito canto-piano per una futura messa in scena dell’opera. Una importante sfida musicologica per la riscoperta dell’autore. Una curiosità: la Biblioteca Planettiana di Jesi conserva il manoscritto con la stesura originale in francese del libretto dell’opera con correzioni e annotazioni autografe di Spontini (Fondo Robert).

Le Celebrazioni per i 250 anni della nascita di Gaspare Spontini sono organizzate dalla Fondazione Pergolesi Spontini
Con il sostegno di Ministero della Cultura – Regione Marche
Soci Fondatori Comune di Jesi – Comune di Maiolati Spontini
Partecipanti Aderenti Comune di Monsano, Comune di San Paolo di Jesi, Comune di Morro d’Alba
Partecipante Sostenitore Camera di Commercio delle Marche
Con il contributo del Comune di Ascoli Piceno e della Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana 
Sponsor BPER Banca

Si ringraziano tutti i MECENATI 2024 per il contributo erogato tramite ART BONUS.

I programmi potrebbero subire variazioni per motivi economici, tecnici o di forza maggiore. 

spontini2024.fondazionepergolesispontini.com

Digital Media Team per lo sviluppo di strategie di comunicazione e marketing digitale

Ultime News:


09.04.2024

Primavera d’attore: i protagonisti di cinema e serie tv arrivano ad Ascoli

Domenica 21 aprile, presso il Teatro Ventidio Basso, si alza il sipario su “Primavera d’attore – Talk show di primavera tra cinema e serie tv”. L’appuntamento, organizzato dall’associazione Culturalmente insieme, con il patrocinio del Comune di Ascoli Piceno ed il sostegno di Atim (Agenzia per il turismo e l’internazionalizzazione delle Marche),  Fondazione Ascoli Cultura, Amat, […]

09.04.2024

Presentato in Regione ArtLab24 a Montalto delle Marche

Si è tenuta questa mattina ad Ancona presso la sede della Regione Marche la conferenza stampa di presentazione della prima tappa di ArtLab24, in programma l’11 e 12 aprile a Montalto delle Marche, borgo pilota della regione nell’ambito dell’investimento “Attrattività dei Borghi” del PNRR. Una intensa due giorni ricca di appuntamenti in presenza e online […]

Scrivici:






    * Campi Obbligatori