Marina Abramović a Pesaro2024: prorogata la mostra “The Life”

Si è tenuto il 18 giugno l’evento speciale che ha visto la presenza eccezionale di Marina Abramović al Teatro Rossini di Pesaro. L’artista e Todd Eckert, regista e fondatore di Tin Drum, hanno esplorato la genesi e lo sviluppo di The Life nel corso di una conversazione aperta al pubblico e introdotta da Marcello Smarrelli, direttore artistico di Pesaro Musei. Nel corso dell’evento è stato annunciato che la prima opera immersiva di una delle artiste performer più influenti e iconiche del nostro tempo, a seguito del grande successo riscontrato, è stata prorogata fino a domenica 23 giugno 2024.

The Life, ideata da Marina Abramović e prodotta dallo studio specializzato in mixed reality Tin Drum con la regia del fondatore Todd Eckert, è un’opera immersiva che accompagna il visitatore in un percorso dal sapore rituale. Ciascun partecipante è invitato a liberarsi di ogni dispositivo elettronico e a indossare un visore per la realtà aumentata, attraverso cui visualizzare i confini di una stanza vuota. Al centro dell’ambiente virtuale si muove l’ologramma dell’artista Marina Abramović, la cui performance può essere osservata dal pubblico in maniera libera e da qualsiasi angolazione. L’assenza di barriere e schermi fornisce l’opportunità di cogliere nuovi punti di vista, vivendo un’esperienza unica nel proprio genere assieme all’artista.

L’opera riflette sul potere dell’arte come forza non tangibile, scaturita dall’incontro tra l’artista e l’energia collettiva delle persone coinvolte nell’opera. L’immagine digitale di Marina Abramović permette all’artista di realizzare una performance senza essere fisicamente presente, creando uno spazio che oscilla tra reale e virtuale e superando i confini della performance in presenza per entrare a pieno titolo nel territorio simbolico della memoria.

The Life invita a confrontarsi con le idee di assenza e di durata, affrontate attraverso il posizionamento dell’artista in una dimensione oltre il tempo. L’opera, che prende vita in un orizzonte di eterno presente, punta i riflettori sulle possibili intersezioni tra tecnologia e azione artistica, coltivando al contempo la connessione umana che si crea tra artista e spettatore.

A Pesaro l’evento immersivo debutta con una veste ampliata, arricchito di costumi originali ed elementi acustici pensati per invitare a una riflessione dedicata alla natura della memoria, dove l’artista transita in mondi diversi e attraversa il tempo e lo spazio.

Pesaro 2024 Capitale italiana della cultura a seguito del grande successo riscontrato, ha disposto la proroga della prima italiana dell’opera immersiva di Marina Abramović e Tin Drum The Life fino a domenica 23 giugno 2024Per la prima volta nella storia dell’arte The Life propone negli spazi del Centro Arti Visive Pescheria una performance in doppia dimensione: fisica e digitale.

L’annuncio è stato dato nel corso dello speciale evento del 18 giugno che ha visto la presenza eccezionale dell’artista al Teatro Rossini di PesaroMarina Abramović Todd Eckert, regista e fondatore di Tin Drum, hanno esplorato la genesi e lo sviluppo di The Life nel corso di una conversazione aperta al pubblico e introdotta da Marcello Smarrelli, direttore artistico di Pesaro Musei.

“È un grande onore poter ospitare a Pesaro un’artista leggendaria come Marina Abramović, conosciuta e apprezzata in tutto il mondo e che arriva con una prima nazionale unica nel suo genere”, ha sottolineato il neosindaco Andrea Biancani. L’opera immersiva The Life dell’artista serba e Tin Drum è il fiore all’occhiello di Pesaro 2024 – Capitale italiana della cultura, con effetti ben visibili su tutta la città: “Sono tanti i turisti presenti a Pesaro in questi mesi e ancor di più in queste prime settimane della stagione estiva. Stiamo vivendo un periodo fondamentale per la città, con grandi ospiti in visita a Pesaro e una forte vitalità sotto il profilo culturale e turistico. Una sfida, che siamo già pronti ad affrontare, sarà quella di mantenere alta la bandiera di Pesaro 2024 anche nei prossimi anni”.

“Grazie a The Life di Marina Abramović e Tin Drum, Pesaro è ancora una volta protagonista nel mondo grazie ad un altro grandissimo evento che arricchisce l’anno straordinario della Capitale italiana della cultura”: così Daniele Vimini Presidente della Fondazione Pescheria. “Ed è straordinaria anche la presenza di Abramović in città per incontrare il pubblico in un dialogo intenso con il regista Todd Eckert all’interno di un luogo simbolo come il Teatro Rossini. Questo progetto rappresenta l’essenza della ricerca che ha guidato il percorso che ci ha condotto a Pesaro 2024: l’arte crea uno spazio inedito tra reale e virtuale, oltrepassa i confini della performance in presenza e crea una connessione umana autentica tra artista e spettatore. Molto di più di un’opera immersiva, The Life è una riflessione profonda su natura e tecnologia, corpo e memoria. Ma è anche un’esperienza decisamente unica che ha riscosso un grandissimo successo affascinando chi l’ha provata. Per questo – con la stagione estiva ormai avviata – abbiamo deciso di prorogare la mostra in Pescheria fino al 23 giugno, per offrire nuove occasioni di fruizione ai cittadini temporanei di Pesaro 2024.”

The Life, parte del palinsesto di Pesaro 2024 – Capitale italiana della cultura “La natura della cultura” sotto la direzione generale di Silvano Straccini, è il primo evento immersivo di arte performativa in realtà mista mai concepito. Presentata alla Serpentine Gallery di Londra nel 2019, l’opera ha attraversato il mondo prendendo vita in diverse città, raggiungendo persino il traguardo della vendita all’asta record in occasione dell’appuntamento autunnale londinese di Christie’s nel 2020. Ancora prima che il mondo globalizzato sperimentasse l’isolamento forzato causato dalla pandemia covid-19, elaborando strategie per mantenere la propria connessione sociale, l’artista si poneva la questione della smaterializzazione del corpo e la sua trasposizione in una dimensione slegata dal qui e ora.

Commenta Agostino Riitano, direttore artistico di Pesaro 2024 – Capitale italiana della cultura: “Marina Abramović non è solo un caposaldo nella storia dell’arte. È, soprattutto, un modello di “processo”. Il valore di un progetto di sviluppo territoriale – come l’arte insegna – non è in un singolo, esplosivo accadere, bensì nell’azione incessante e instancabile di individuare problemi, sostare nella ferita, situare risposte. La Capitale italiana della cultura oggi rappresenta, domani testimonia, un modo di farlo.”

The Life è aperto al pubblico tutti i giorni fino a domenica 23 giugno 2024, dalle ore 10.00 alle ore 23.00, negli spazi del Centro Arti Visive Pescheria. L’ingresso è disponibile su prenotazione attraverso il sito vivaticket.it oppure nelle sedi: Centro Arti Visive Pescheria (corso XI Settembre 184), Tipico Tips (via Rossini 41), biglietteria del Teatro Rossini (piazza Lazzarini), aperta da mercoledì a sabato dalle 17 alle 19.30.

Il progetto è stato possibile anche grazie alla collaborazione con la Galleria Lia Rumma.

MARINA ABRAMOVIĆ: THE LIFE
Performer: Marina Abramović
Director: Todd Eckert
Capture: 4D Views, Grenoble
Effects: George Fuentes, Thinking Seed Studios, Los Angeles
Costume Design: Oana Betz, New York City
Soundtrack: Stars of the Lid (uncredited at their request)

Fino a domenica 23 giugno 2024
Centro Arti Visive Pescheria, corso XI Settembre, 184, 61121 Pesaro PU
Orario tutti i giorni 10.00- 23.00

È necessario presentarsi all’ingresso del Centro Arti Visive Pescheria almeno 15 minuti prima dell’orario di prenotazione indicato nel biglietto.

Tariffe
Biglietto intero 15 €.
Biglietto ridotto 12 €*: gruppi (min. 15 persone, max 50 persone), studenti del Conservatorio Statale di Musica G. Rossini, studenti universitari, convenzioni, possessori di Card Pesaro Capitale.
Ingresso gratuito: minori di 18 anni (scolaresche escluse), soci ICOM, giornalisti muniti di regolare tesserino, disabili e accompagnatore, possessori di Carta Famiglia del Comune di Pesaro.

Prevendite e prenotazioni
Online su www.vivaticket.it

I biglietti possono essere acquistati al Centro Arti Visive Pescheria (corso XI Settembre 184), Tipico Tips (via Rossini, 41), biglietteria del Teatro Rossini (piazza Lazzarini), aperta dal mercoledì al sabato dalle 17 alle 19.30.

NOTE BIOGRAFICHE

Marina Abramović
Dall’inizio della sua carriera a Belgrado, nei primi anni ’70, Marina Abramović ha fatto da pioniera nell’arte della performance, creando alcune delle opere più importanti dei primi anni di questa forma d’arte. Esplorando i suoi limiti fisici e mentali, ha sopportato dolore, esaurimento e pericolo nella sua ricerca di trasformazione emotiva e spirituale.

Abramović ha ricevuto il Leone d’Oro per il miglior artista alla Biennale di Venezia del 1997. Nel 2010, Abramović ha avuto la sua prima grande retrospettiva negli Stati Uniti e contemporaneamente ha eseguito per oltre 700 ore “The Artist is Present” al Museum of Modern Art di New York. Abramović ha fondato il Marina Abramović Institute (MAI), una piattaforma per il lavoro immateriale e di lunga durata per creare nuove possibilità di collaborazione tra pensatori di tutti i campi.

Abramović ha pubblicato il suo memoir, Walk Through Walls, con Crown Archetype il 25 ottobre 2016. La sua pubblicazione più recente, A Visual Biography, è stata pubblicata da Laurence King nel 2023.

La sua retrospettiva The Cleaner ha aperto al Moderna Museet di Stoccolma nel febbraio 2017 e ha fatto tappa in altre sette sedi europee, terminando al Museum of Contemporary Art di Belgrado, Serbia, nel 2019. Nel settembre 2020, la Bayerische Staats Oper ha presentato la prima mondiale del progetto operistico di Marina 7 Deaths of Maria Callas, che ha continuato a girare in varie città europee. Nel settembre 2023 ha inaugurato la sua mostra personale alla Royal Academy, diventando la prima artista donna nei 250 anni di storia dell’istituzione a occupare l’intero spazio della galleria con le sue opere.

Todd Eckert

Todd Eckert è il Fondatore e Presidente di Tin Drum, un collettivo di contenuti che lavora esclusivamente nella Realtà Aumentata Indossabile o Mixed Reality. Todd ha precedentemente ricoperto il ruolo di Direttore dello Sviluppo dei Contenuti per il produttore di dispositivi MR Magic Leap, unendosi all’azienda nel 2012. Ha lavorato nell’arte e nei media tradizionali per trent’anni prima di concentrarsi sulla MR. Todd ha prodotto Control, il pluripremiato film di Anton Corbijn sulla vita del cantante dei Joy Division Ian Curtis, che ha debuttato al festival di Cannes nel 2007. È stato Direttore del Nord America per Eutechnyx, una società britannica di sviluppo di videogiochi. Ha iniziato la sua carriera come giornalista musicale a 14 anni ed è diventato redattore del OnlyMusic Magazine a livello nazionale negli Stati Uniti a 17 anni.

Tin Drum

Tin Drum è un collettivo globale con sede a New York composto da artisti, tecnologi, designer e scienziati che lavorano in una vasta gamma di discipline di base, uniti dal nostro focus sullo sviluppo e la presentazione del Full Dimensional Film o Mixed Reality. Todd Eckert ha fondato la società nel 2016, provenendo da un background di musica, cinema, giochi e sviluppo di dispositivi. Da allora, l’azienda ha prodotto i concetti, i sistemi e i protocolli che formano la base di questo nuovo mezzo esplosivo.

The Life, una collaborazione con la leggendaria artista Marina Abramović, è stata la prima mostra di Mixed Reality su larga scala mai presentata pubblicamente, debuttando alle Serpentine Galleries di Londra nel 2019 e diventando il primo pezzo di MR mai venduto all’asta con Christie’s l’anno successivo.

Al London Design Festival del 2020, Tin Drum ha collaborato con l’architetto Sou Fujimoto per creare Medusa, un’opera che fonde il design su larga scala con l’AI generativa, interrogando attivamente il significato di parole come architettura e pubblico. La mostra, andata sold-out al Victoria and Albert Museum, è stata seguita da una presentazione da record al Pioneer Works di Brooklyn. Il libro complementare del regista Yoyo Monk è stato finalista ai British Book Design and Production Awards.

Kagami, con il compositore e pianista vincitore dell’Oscar Ryuichi Sakamoto, è il pezzo di Full Dimensional Film più ambizioso mai tentato e ha stabilito un nuovo standard per l’esperienza di Mixed Reality. Una presentazione di un’ora dell’artista catturato dimensionalmente in performance con una vasta messa in scena teatrale, l’opera ha debuttato al Shed di New York nel 2023, appena due mesi dopo la scomparsa di Sakamoto. Da allora è stata presentata a Manchester, Taipei e Londra, con numerosi impegni previsti per i prossimi anni.

Digital Media Team per lo sviluppo di strategie di comunicazione e marketing digitale
FMC Fondazione Marche Cultura

Ultime News:


SCRIVERE COL CINEMA: incontri di Cinema e Letteratura con Mereghetti ad Ancona

Ospiti della prima edizione: Roberto Andò, Maria Sole Tognazzi, Barbara Ronchi e Pif Oggi, presso il Palazzo del Consiglio Regionale, Fondazione Marche Cultura ha tenuto la conferenza stampa per il lancio di SCRIVERE COL CINEMA – Incontri di cinema e letteratura a cura di Paolo Mereghetti, progetto promosso e sostenuto da Fondazione Marche Cultura, Marche […]

Pesaro2024 alla scoperta di Piandimeleto

Dal 22 al 28 luglio è il Comune di Piandimeleto il nuovo protagonista di ‘50×50: Capitali al quadrato’, il progetto simbolo di Pesaro 2024 che vede i cinquanta Comuni della Provincia di Pesaro e Urbino, a turno, Capitale per una settimana lungo il 2024. Il programma – dal titolo “La Contea di Piandimeleto” – offre tante proposte con personaggi, vicende […]

Displaced Festival: una mostra sugli immaginari delle Marche in Europa

È stata inaugurata a Palazzo Gradari di Pesaro la mostra delle restituzioni artistiche delle residenze transazionali del progetto europeo ThisPLACED di cui Fondazione Marche Cultura è capofila. Displaced Festival, è questo il nome della mostra, è un evento itinerante che sta toccando i quattro paesi partner di progetto: la regione Marche per l’Italia, la Città […]

ThisPLACED: al via la mostra “Festival Displaced” a Pesaro

Il progetto europeo ThisPLACED si presenta con l’inaugurazione del Festival Displaced, una mostra fotografica e video delle residenze artistiche transnazionali realizzate nel 2023. L’evento avrà luogo il 17 luglio alle ore 19.00 nella Sala Nobile di Palazzo Gradari a Pesaro, e sarà visitabile fino al 22 luglio (orario 8.30-18.30). Organizzata da Fondazione Marche Cultura, capofila […]

‘Marche, il dono dell’Infinito’, la IV edizione di MArCHESTORIE celebra la poesia nei borghi delle Marche

Dal 9 agosto al 15 settembre 2024, i borghi marchigiani ospiteranno la quarta edizione del festival MArCHESTORIE, quest’anno in una nuova veste dal titolo ‘Marche, il dono dell’Infinito’. Il nuovo format di MArCHESTORIE, sostenuto dalla Regione Marche e gestito dalla Fondazione Marche Cultura e AMAT, celebra la ricca tradizione poetica e culturale della regione mettendo […]

La Stele Flaminia di Lamberto Pignotti per Pesaro 2024

Prosegue, arrivando a quota 8, il progetto di Pesaro 2024 ‘Dalle sculture nella città all’arte delle comunità’ a cura di Marcello Smarrelli, che coinvolge i 12 Quartieri e il Municipio di Monteciccardo, sviluppando il tema del rapporto tra le arti e lo spazio pubblico contribuendo ad arricchire la geografia urbana cittadina. È stato inaugurata il 12 luglio in largo Madonna […]

Scrivici:






    * Campi Obbligatori